I referendum per la fiducia nella giustizia

Il Perché sì di Alessandra Senatore
Se la giustizia non funziona, non è affidabile, indipendente e rispettosa dei diritti di tutti i cittadini, cioè se non è giusta, vengono meno fiducia e rispetto delle istituzioni democratiche e la democrazia si ammala: la società tutta si ammala.
Le sei proposte referendarie toccano questioni essenziali per il corretto e efficiente funzionamento della giustizia. Se venissero approvate produrrebbero importanti cambiamenti: apparentemente le modifiche introdotte potrebbero sembrare poco profonde, ma ciò che è più significativo è sicuramente l’indirizzo politico posto alla base di questi cambiamenti. Al centro, c’è la critica a una magistratura autoreferenziale e corporativa e l’affermazione di una visione della giustizia più garantista, cioè più conforme allo stato di diritto.
L’indipendenza dei magistrati, che è di per sé garanzia di imparzialità, e la loro responsabilità diretta, quale condizione di effettiva attenzione sull’impatto delle decisioni, soddisfano la giusta tutela dell’interesse degli individui dall’operato di uno dei principali poteri dello Stato. Sia la responsabilità che la valutazione di chi esercita questo potere così delicato non possono quindi che essere dirette e suscettibili di controllo esterno.
Solo da un funzionamento trasparente del sistema giudiziario, dalla garanzia dell’imparzialità dei magistrati, da una effettiva separazione tra i magistrati che accusano e quelli che giudicano e dall’affermazione del primato della presunzione costituzionale di innocenza sulla presunzione “mediatica” di colpevolezza per ogni accusato, può discendere una giustizia giusta e capace di suscitare una fiducia che non sia timore, un senso di devozione che non sia senso di intimidazione, un rispetto che non sia obbedienza o affidamento a un potere intoccabile.
Per questo è importante votare Sì. Sei volte Sì: per ancorare il potere giudiziario ai principi costituzionali, per valorizzare la giustizia come servizio per tutti e non come potere di qualcuno.
Top linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram